Archive for giugno, 2007


Konrad Adenauer

All’intelligenza Dio ha posto limiti, alla stupidità no.

Annunci
Come è facile dire: trovare se stesso! Quanto ci si spaventa, quando davvero accade!

Edmund Burke

Nessuno ha mai commesso un errore più grande di colui che non ha fatto niente perché poteva fare troppo poco.

Benjamin Franklin

Chi rimpiange troppo i giorni migliori rende ancor peggiori quelli cattivi.

Meglio essere ammazzati che spaventati a morte

… una
volta, una
volta soltanto.
Una volta
e non più.

E anche
noi
una volta.
Mai
più.

Ma
quest’essere stati una volta,
anche una
volta sola,
quest’essere stati terreni
pare
irrevocabile.

Rainer Maria Rilke

E’ giunta l’ora di andare,
io a morire e voi a vivere,
a chi spetta la sorte migliore
lo sa solo il dio.

Il solo modo di scoprire davvero quanto è sana una persona è cercare di
farla impazzire.
 
C’è qualcosa di assurdo e di terribile nel fatto che ciò da cui vogliamo
evadere è spesso costruito, ingegnosamente, da noi stessi?

Poichè in
apparenza noi fuggiamo verso la vita che preferiamo,

le nostre paure sono la chiave per interpretare i nostri ideali.
Ciò che vogliamo è figlio di ciò da cui vogliamo fuggire.
La cosa più difficile da fuggire è proprio il desiderio di fuggire.
La sola cosa da cui si scappa sempre è il proprio passato.
Stabilire che cosa riteniamo inevitabile nella nostra esistenza è una
decisione d’impostanza cruciale.
 
Quando i bambini giocano a nascondino in realtà giocano con la paura ed il
desiderio di non essere mai trovati.

Harry Houdini, l’arte della fuga


Ciò che poteva essere

Avevo gli occhi aperti, ma già sognavo mondi lontani,

vedevo una pelle liscia sfiorata dalle mie mani,

sentivo una voce chiamarmi, staccarmi via dal suolo,

ma in volo tutto si è spento e adesso resto solo,

col freddo che mi impedisce di riflettere,

quando due corpi fusi in uno e quello che poteva essere insieme,

cacciatore e preda di una storia troppo breve,

dove una dama e un cavaliere non potranno più sfiorarsi, sussurrarsi dei discorsi,

resterà solo un ricordo intrappolato in questi versi,

mentre gli attimi trascorsi con te si allontanano,

le tue frasi in fondo ai miei pensieri danzano.

Poteva essere il tuo corpo a scaldarmi, le tue labbra ad eccitarmi,

il tuo sguardo a stregarmi, invece quattro parole da cui non riesco a liberarmi. . .

"ORMAI E’ TROPPO TARDI"

Cerco le parole per spiegare quello che

poteva nascere, ridare luce ai giorni miei.

Dimmi come mai non ci sei, è tutto ormai spento tra noi,

cosa lascerai dentro agli occhi miei.

Volevo vivere per sempre negli occhi tuoi,

volevo crescere solo con ciò che tu mi dai,

ma ora non ci sei e io vivo pensandoti,

perchè senza averti sei riuscita già a disperderti tra i miei ricordi,

senza donarmi attimi, credici mi manchi, senza te e dentro me,

i sogni restan spenti, momenti poi dipinti e quanti pianti per saper quello che senti.

Cerco le parole per spiegare quello che

poteva nascere, ridare luce ai giorni miei.

Dimmi come mai non ci sei, è tutto ormai spento tra noi,

cosa lascerai dentro agli occhi miei.

Nella mia anima, ora il tuo volto illumina,

la penna che a te dedica ricordi in aria, adesso sei già storia,

ora il mio cuore svaga in cerca di una storia seria, nasce la voglia,

ora che dal mio amore sei lontana miglia e miglia,

cerco un motivo che non ha voluto donar noi futuro,

ora che con me stesso provo ad essere sincero,

rende in bocca un gusto amaro, penso a te.

Che c’è di male

sognandoti mi sono perso dietro inutili parole

che non lasciano nulla, che non diano nostalgia

e adesso resto senza più parole sai,

cala la notte come un velo chiaro su di noi,

comunque vada io mai mi scorderò di te

Cerco le parole per spiegare quello che

poteva nascere, ridare luce ai giorni miei.

Dimmi come mai non ci sei, è tutto ormai spento tra noi,

cosa lascerai dentro agli occhi miei.


Cerco le parole per spiegare quello che

poteva nascere, ridare luce ai giorni miei.

Dimmi come mai non ci sei, è tutto ormai spento tra noi,

cosa lascerai dentro agli occhi miei.


Gemelli Diversi

 
I migliori anni della nostra vita
 
Penso che ogni giorno sia
Come una pesca miracolosa
E che è bello pescare sospesi
Su di una soffice nuvola rosa .
Io come un gentiluomo ,
E tu come una sposa .
Mentre fuori dalla finestra
Si alza in volo soltanto la polvere .
C’è aria di tempesta !
Sarà che noi due siamo di un altro
Lontanissimo pianeta .
Ma il mondo da qui sembra soltanto
Una botola segreta .
Tutti vogliono tutto , per poi accorgersi
Che è niente .
Noi non faremo come l’altra gente ,
Questi sono e resteranno per sempre…
I migliori anni della nostra vita .
I migliori anni della nostra vita .
Stringimi forte che nessuna notte è infinita ,
I migliori anni della nostra vita .
Penso che è stupendo
Restare al buio abbracciati e muti ,
Come pugili dopo un incontro .
Come gli ultimi sopravvissuti .
Forse un giorno scopriremo
Che non ci siamo mai perduti…
E che tutta questa tristezza in realtà ,
Non è mai esistita !
I migliori anni della nostra vita ,
I migliori anni della nostra vita ,
Stringimi forte che nessuna notte è infinita .
I migliori anni della nostra vita !
Stringimi forte che nessuna notte è infinita .
I migliori anni della nostra vita
 
Renato Zero