Comincia la giornata come se avesse uno scopo.
 
Sara, io sono un uomo. Da quando in qua noi ci azzecchiamo alla prima?
 
Le persone fanno così. Saltano, sperando che Dio li faccia volare. Perchè altrimenti cadiamo giù come sassi, e mentre precipitiamo ci chiediamo: ma perchè diavolo sono saltato giù? Ma eccomi qua, Sara, precipito, e c’è una sola persona che mi fa sentire in grado di volare: e sei tu.
 
Il numero di respiri che fate in vita vostra è irrilevante. Quello che conta sono i momenti che il respiro ve lo tolgono.
 
Mai cedere, rubare, ingannare o bere… ma se devi cedere fallo fra le braccia della persona che ami; se devi rubare ruba il tempo che vuoi per te; se devi ingannare, inganna la morte… e se devi bere inebriati dei momenti che ti tolgono il respiro.
 
Voi siete lì che vi godete la vita, ed un momento dopo vi chiedete come avete fatto a sopravvivere senza di loro.
 
Nessuna donna si sveglia la mattina e pensa: "Dio, spero di non essere rapita dal principe azzurro oggi!
 
Non importa cosa, non importa quando, non importa chi. Ogni uomo ha l’occasione di fare il principe azzurro e rapire una donna. Gli serve solo il cavallo giusto.