Infinito
 
L’ironia del destino vuole che io sia ancora qui a pensare a te
nella mia mente flash ripetuti, attimi vissuti con te.
E’ passato tanto tempo ma tutto é talmente nitido,
cosi’ chiaro e limpido che sembra ieri…
Ieri, avrei voluto leggere i tuoi pensieri
scrutarne ogni piccolo particolare ed evitare di sbagliare,
diventare ogni volta l’uomo ideale,
ma quel giorno che mai mi scorderò
mi hai detto: non so più se ti amo o no … domani partirò
sarà più facile dimenticare… dimenticare…
 
… e adesso che farai? Risposi: io…non so
quel tuo sguardo poi lo interpretai come un addio,
senza chiedere perché, da te mi allontanai
ma ignoravo che in fondo non sarebbe mai finita.
 
Teso, ero a pezzi ma un sorriso in superficie
nascondeva i segni d’ogni cicatrice
nessun dettaglio che nel rivederti potesse svelare
quanto c’ero stato male,
quattro anni scivolati in fretta e tu
mi piaci come sempre… forse anche di più,
mi hai detto: so che é un controsenso ma
l’amore non é razionalità…non lo si può capire…
ed ore a parlare, poi abbiam fatto l’amore…
ed é stato come morire… prima di partire.
Potrò mai dimenticare… dimenticare…
 
L’infinito sai cos’é? … L’irraggiungibile fine o meta
Che rincorrerai per tutta la tua vita,
ma adesso che farai?… adesso io … non so… infiniti noi
so solo che non potrà mai finire
mai ovunque tu sarai, ovunque io sarò
non smetteremo mai
se questo é amore … é amore infinito
 
Raf