Duchessa [dopo averlo sentito cantare]: Bravo, bravissimo! Lei ha proprio un grande talento.
Romeo: Oh grazie. E come faresti de nome?
Duchessa: Io mi chiamo Duchessa.
Romeo: Duchessa… dorce. Me piace. E che occhi. L’occhi tua so’ du’ zaffiri splendenti, che mandano raggi caldi e seducenti.